Non esistono dubbi sul fatto che abbiamo bisogno di una guida al governo forte, di vigoroso pugno di ferro che che ri-faccia valere i valori del tricolore che purtroppo negli ultimi anni sono andati a svaninre fino a finire nel dimenticatorio dell'oblio.

Una parodia e coicidenza assurda, un riferimento puramente casuale ma che rispecchia, per chi di politica ne mastica poco, il quandro di dove il nostro bel paese, a parte il buon cibo che ancora mantiene alta la nostra bandiera in giro nel mondo, e' andato a finire a scivolare addirittura indietro alla Grecia che inizia a mostrare segni di ripresa economica dopo aver toccato il baratro. 

Gia', stavo facendo un paragone oggettivo e figurativo di dove l'Italia e' finita, una parodia ma che rispecchia il reale assetto del nostro valore come nazione nel mondo, addirittura nel nostro piu' profondo orgoglio nazionale, ,il calcio, con la mancata qualificazione ai mondiali, cosa che non accadeva dai tempi del bianco e nero realtivi a cinquanta anni fa, rispecchia in tutta la sua risolutuezza, il reale momento e la reale caduta libera della nostra amata patria grazie a dei fallimentari e deprorevoli governi che si sono alternati negli ultimi anni.

Ovviamente quelli che se ne sbatte i coglioni e' la grande imprenditoria non parlo delle grandi imprese ma dei colossi finanziari per intendeci, quelli al disopra anche delle banche per intenderci, che dei governi, dei politici e di tanto altro non se ne preoccupano piu' di tanto perche' sono i poveracci che pagano le cosequenze di quando di sbagliato accade.

Qualcuno stara' pensando, ma sto' tipo e' fuori di testa? Prima parla di politica e poi ne fa una ragione di stato la mancanza della Nazionale Italiana di calcio ai Mondiali in Russia? Ma che da i numeri sto' tizio?

No, non ho perso la ragione e capisco perfettamente che il calcio e' l'ultimo tassello del mosaico ma, e da poveraccio quale sono, cosi' come tanti altri poveracci come me [circa il 98% di coloro che amano lo sport] si, quel mese di distrazione non avrebbe fatto male anzi, avrebbe attuitito l'impatto delle percusioni economiche-finanziarie che affliggono il nostro paese con il sud che e' arrivato al 95% di dissocupazione, ed, inoltre, ho usato il calcio e la Nazionale che non va ai Mondiali come riferimento metaforico ad un'Italia smarrita, persa e che ancora non ha una solida base ed una stabile guida.

Comunque ...

Esaminiamo, velocemente quello che sta' accadento, da un blog, di un ex-commediante, il grandioso Beppe Grillo, nasce un movimento, che di quale colore politico non lo si capisce, anzi, che di politica forse non ne ha abbastanza esperienza per governare, ma che prende la maggioranza alle ultime elezioni diventando il primo partito [movimento?] in Italia ma che pur prendendo la maggioranza dei voti alle ultime elezioni, non ha avuto in un tempo realativamente lungo, la capacita' di sfruttare il momento, con il leader che a mio avviso ha perso l'occasione di guadagnarsi i galloni di Premier mostrando tutti i suoi limiti da stratega politico.

NOTA: Voglio essere sicuro di aver spiegato bene i fatti cosi' ripeto:

"da un Blog di un commediante nasce un movimento [il cinque stelle se non si fosse capito], che diventa un partito a-politico e che diventa il primo partito in Italia dopo le ultime elezioni  ma con un leader che ha perso il treno [giusto per usare una metafora] per cogliere l'occasione e dimostrarsi un valido leader per un paese come l'Italia, invece, sembra confuso, annebbiato ma sara' che forse non se lo aspettava il successo politico tanto da non essersi preparato per bene, a mio avviso; comunque staremo a vedere."

Ora, si e' capito bene come siamo combinati? Non me ne voglia il Signor Di Maio che stimo tantissimo e che mi piace anche come personaggio tanto che gli ho dedicato una pagina QUI.

Cosi' come il nostro calcio ha subito tale umiliazione, la stessa identica cosa succede sullo scacchiere politico internazionale, dove un paese che dopo le elezioni che ormai hanno fatto la muffa ancora non riesce a trovare un governo o un sistema di potere stabile, deciso e forte nell'insieme in quel che non sia tale cosa che tutti sanno ma che nessuno dice.

Perche' allora non dare una possibilita' a Salvini, con una definitva fiducia generale, partendo dai media a finire a chi comunque non lo vedrebbe o non lo vorrebbe al timone della nave, una nave, non c'e' lo dimentichiamo che e' arrivata ad oggi tutta ammaccata e che se qualcuno si fa avanti, convinto a prendersi sulle spalle gli sfracelli fatti da chi lo ha preceduto , allora perche' non dargli tutto il supporto necessario? Va bene, si, un uomo di destra, ma in verita' non siamo sempre stati un paese di destra? E' non sarebbe utile, con quando succede nel mondo e con il nome "Italia" che finisce nel dimenticatorio, dare una occasione a qualcuno che possa dimostrare i muscoli e non la lingua per leccare i culi come ha fatto Berlusconi durante tutti i suoi mandati, facendosi e facendoci ridere addosso e riducendoci a dei ridicoli e deboli, sia come paese che come importanza politica nel mondo.

E' tempo di sperimentare, la Lega non e' piu' quel "carroccio" della verde Padania indipendente, ma sono sicuro che se gli si da piena fiducia, la Padania resta Italiana e forse l'Italia possa riaquistare quel prestigio che abbiamo perso, purtroppo, tanto, tanto tempo fa.

Non e' tempo per rimpianti, nostalgie o quel che si voglia ma e tempo di riportare il nostro paese a quei livelli che merita e che possa il tricolore sventolare ancora una volta alto nei cieli come un'aquila che svetta alta, fiera ad ali spiegate!

VIVA L'ITALIA!

Il vostro Webmaster ... alla prossiama!

 
Quando l'insonnia mi colpisce e la notte diventa lunga, 

triste e tormentata e piena di pensieri, per ammazzare il tempo tiranno me li segno e li appiccico sulla 

BAKEKA!  Scopri di che si tratta QUI! Guarda che non ti si mangia mica, eh!?

 
 
 

Copyright 2008 - 2018 LMC enterprise